ESTRATTO ECHINACEA 60 ml PER LE DIFESE IMMUNITARIE

€13.50

Solo 4 rimanente

Categoria ESTRATTI Tag ESTRATTI

Integratore alimentare in soluzione idroalcolica utile per favorire una fisiologica attività  nel riequilibrio delle difese immunitarie dell'organismo . Da sempre all'echinacea sono state riconosciute le proprietà immunostimolanti utile nelle malattie invernali.

Modo d'uso : si consiglia 20/30 gocce  al mattino con acqua 

CONTENUTO 60 ml  NOSTRA PRODUZI                                                                                                     ECHINACEA ANGUSTIFOLIA

Pianta perenne della famiglia delle Compositae, l’Echinacea, è originaria delle regioni temperate del Nord America. Ne esistono numerose specie diverse, ma quelle più utilizzate in fitoterapia sono: Echinacea purpurea, Echinacea pallida (che hanno l’approvazione di utilizzo anche in campo medico) ed Echinacea angustifolia (il cui utilizzo è comprovato solo in campo erboristico). Conosciuta da secoli, l’Echinacea era già utilizzata a scopi terapeutici dagli indiani d’America del sud Dakota. Pianta magica per eccellenza, l’Echinacea, veniva impiegata dagli sciamani delle tribù nord-americane, come rimedio a numerosi problematiche. Sotto forma di impacchi per cicatrizzare le ferite e curare i morsi di serpenti e scorpioni, ma anche come decotto per guarire la gonorrea e la sifilide. In tempi moderni, le proprietà farmacologiche attribuite empiricamente dalle tribù nord-americane, sono state confermate anche da studi clinici.

Un fitocomplesso con azione sinergica

Molto usata in fitoterapia, dell’Echinacea si utilizza tutto: radici, rizoma e parti aeree (tra cui anche le foglie). La sua azione terapeutica è variegata. Protegge da virus e batteri ed ha un effetto immunostimolante, oltre che essere un ottimo antitumorale e ad avere un potere antinfiammatorio. I principi attivi contenuti nell’Echinacea sono diversi: flavonoidi, polisaccaridi, glicoproteine, polifenoli, alchilamidi, polieni, derivati dell’acido caffeico, olio essenziale. Le sue proprietà farmacologiche sono imputabili a un’azione sinergica delle varie molecole in essa contenute, che hanno un’azione specifica amplificata dalle altre.

Proprietà e benefici

L’azione antivirale dell’Echinacea è particolarmente utile per curare gli stati influenzali e, a scopo preventivo, prevenire le malattie da raffreddamento a carico del sistema respiratorio: raffreddore, febbre, mal di gola, tonsillite, tosse, bronchite etc. Il fitocomplesso dell’Echinacea è molto utile anche nel trattamento delle infezioni dell’apparato urinario, come la cistite. Inoltre, grazie a un effetto cortisone-simile (che stimola l’azione di ormoni corticosurrenalici), l’Echinacea ha proprietà anti-infiammatorie e anti-artritiche. Le sue proprietà anti-cancerogene sono state confermate da ricerche scientifiche. Dove prima gli sciamani attribuivano all’Echinacea la capacità di cacciare il “maligno” dal corpo (ovvero una qualsiasi “entità” in grado di uccidere una persona), ai giorni nostri questi “demoni” si sono rivelati essere il tumore. Il medico moderno, in questo caso, si lascia ispirare dalle culture antiche. L’Echinacea, inoltre, è un potente antiossidante.

Anche per esterno

Oltre a uso interno, assunta per gocce, capsule con estratti secchi o sotto forma di tisane, l’Echinacea può essere impiegata per uso esterno, con impacchi, per risolvere alcune semplici problematiche. Può essere usata come antirughe e contro le smagliature, o semplicemente per purificare la pelle. L’Echinacea è ottima anche come tonificante per facilitare la circolazione sanguigna, alleviando vene varicose e favorendo il microcircolo, nel trattamento di gambe gonfie e affaticate. Applicata localmente, inoltre, come già usavano gli indiani d’America, è utile per curare ferite, scottature, acne e punture di insetti. Sotto forma di tintura madre direttamente sulla parte interessata, ha azione disinfettante e cicatrizzante, oltre che antimicotica
In commercio l’Echinacea è reperibile sotto varie forme: estratto secco in polvere dalla radice (utilizzabile nella preparazione di tisane oppure sotto forma di capsule), tintura madre, estratti alcoolici e succo di parti aeree (in gocce da diluire in acqua). Posologia e modalità di somministrazione sono indicati sulle confezioni o nei foglietti illustrativi. Per un utilizzo puntuale ed efficace, però, è sempre bene confrontarsi con un medico o un naturopata, esperti di fitoterapia, o per lo meno rivolgersi a un erborista esperto. Uno specialista che conosca bene il fitocomplesso e che sappia quindi fornire indicazioni approfondite, sia per quanto riguarda benefici e posologia, sia anche soprattutto per le controindicazioni del caso.

Controindicazioni

Evitarne il consumo di Echinacea in caso di reazioni allergiche e ipersensibilità accertata o comparsa di eritema. In gravidanza e allattamento, meglio non assumere Echinacea a scopo precauzionale. Divieto assoluto di usare Echinacea in presenza di malattie autoimmuni (leucemia, sclerosi multipla, HIV). Il suo elevato potere di rinforzare e stimolare le difese immunitarie, in questi casi è controproducente, dato che queste patologie sono determinate esse stesse da un’iperattività del sistema immunitario.